,

Quanto bisogna camminare per dimagrire?

camminare per dimagrire

Camminare è un’attività piacevole che solleva dalle tensioni quotidiane, fa bene allo spirito e anche al corpo. In questo caso però parliamo di camminare per dimagrire. Sì proprio così, se fatta in modo corretto e regolare, una camminata può aiutare a perdere peso e a ritrovare la forma.

La vita sedentaria a cui siamo oggi abituati non fa parte di uno stile di vita sano. Lo sanno bene tutte quelle persone che si dedicano all’attività fisica quotidianamente. Nonostante ci sia ancora chi ritiene che solo correndo si possano perdere quei fastidiosi chili di troppo, sempre più studi dimostrano che anche camminare ogni giorno ad un buon ritmo è utile per dimagrire.

Vediamo di capire se è davvero possibile dimagrire camminando, quali sono le differenze in termini di attività fra corsa e camminata e come raggiungere i risultati desiderati in poco tempo.

Per dimagrire meglio correre o camminare?

La diatriba è sempre aperta. Le due attività sembrano simili e i muscoli coinvolti sono gli stessi, ma da un punto di vista fisiologico e del metabolismo sono diverse.

camminare o correre
Camminare o correre?

Molti pensano che per dimagrire si debba correre. È innegabile: correre fa dimagrire. Durante la corsa il metabolismo lavora di più, aumentando la circolazione del sangue e bruciando più calorie. Chi corre poi ha nel sangue livelli più elevati di peptide, un ormone che va a regolare il senso di sazietà. Se si mangia meno, si dimagrisce prima e i risultati sono più veloci.

Tuttavia i benefici della corsa sono stati confrontati con quelli della camminata con risultati sorprendenti. Camminare fa dimagrire, riattiva la circolazione sanguigna e aiuta a risolvere problemi di ritenzione idrica e gonfiore alle gambe e alle caviglie. Un camminata sostenuta può fare dimagrire allo stesso modo della corsa. L’unica differenza è il tempo che si impiega.

Se poi il problema è la cellulite allora camminare velocemente funziona meglio rispetto alla corsa. Il tipo di movimento infatti agisce come una sorta di massaggio, che comprime e sposta l’adipe sottocutaneo.

LEGGI ANCHE >> COME DIMAGRIRE VELOCEMENTE?

E se non sono atletico?

Secondo alcuni personal trainer, chi non è affatto atletico e si chiede se sia meglio la camminata o la corsa per dimagrire, dovrebbe preferire il footing (leggi anche il nostro articolo dedicato alle app per perdere perso).

Iniziare a correre e fermarsi poco dopo per via del fiatone non aiuta il lavoro aerobico e vanifica lo sforzo. L’andatura costante della camminata invece fa bruciare più calorie. La corsa inoltre può anche affaticare troppo i muscoli e le articolazioni.

Quanto camminare per dimagrire?

Se l’obiettivo è quello di perdere peso meglio dedicare alla camminata almeno 30-45 minuti ogni giorno, weekend inclusi. L’allenamento va fatto senza interrompersi. Il segreto infatti non è la durata ma l’intensità.

Camminare permette di mantenere la massa muscolare anche se si sta dimagrendo. Ovviamente oltre alla attività fisica, come ci ricorda sempre il dottor Oz, è importante anche una dieta bilanciata. Non si può pretendere di perdere peso in una settimana con il walking, ma i risultati in termini di riduzione del gonfiore sono i primi ad arrivare.

Come camminare per dimagrire?

La velocità media ideale per iniziare è di 5-6 km orari ad andatura sostenuta. La camminata veloce per intendersi è quella di quando si è in ritardo. È possibile controllare la velocità con dispositivi appositi oppure con App da scaricare sullo smartphone che calcolano anche le calorie e i km percorsi. L’ideale sono 10 mila passi.

Quando l’attività è regolare, il corpo pian piano diventa tollerante alla fatica quindi è consigliabile intervallare momenti più rilassati ad altri più intensi. Anche alla fine di ogni sessione di allenamento gli esperti consigliano di fare qualche sprint per accelerare la frequenza cardiaca e riattivare la circolazione sanguigna.

dimagrire camminando
Dimagrire camminando (sulla sabbia)

LEGGI ANCHE >> GARCINIA CAMBOGIA OPINIONI

Un consiglio in più? Camminare in spiaggia

Un ottimo suggerimento è quello di camminare sulla sabbia del mare perché è molto più faticoso che sul terreno normale. 10 minuti per iniziare sono più che sufficienti. Viene infatti richiesto uno sforzo muscolare maggiore e anche il paesaggio aiuterà nell’obiettivo di dimagrire camminando!

Rispondi